Giuseppe D'Avenia D'Andrea

dicono di ballate d’argilla – About Ballate d’Argilla

PERSONE CHE HANNO ASCOLTATO BALLATE D’ARGILLA: SENSAZIONI

 

Colm Murphy (musicista irlandese, bodhran nell’album Ballate d’Argilla)
Giuseppe, CD (Ballate dargilla) is here! I am still absorbing it; my initial feeling is one of gratitude in being part of such  a personal and meticulously imagined work. Sometimes when the job is done,there can be a sense of anti-climax, but this is a work that will stand the test of time, And you can be justifiably proud of your determination to make this paen to life and homeland available to the wider world. Congratulazioni! Le meas, Colm
P.S.cover and notes really excellent🌞

fonte: email privata

——

Alberto Mastrogiulio

…….ho sentito alcune canzoni dell’album Ballate d’argilla: penso siano stupende. Complimenti davvero, nelle melodie riecheggia quello che la nostra terra vuole farci capire ..in bocca al lupo Giuse..un abbraccio..a presto

facebook 06 settembre 2016

——

Eufemia Capezzera

Giuseppe D’Avenia D’Andrea, una curiosità: ma i testi dell’album sono, per la maggior parte, ballate popolari, o composizioni completamente nuove ispirate alla tradizione? Lavoro veramente molto bello. Complimenti ancora.   facebook 18 agosto 2016

——

Gianni Santilio

Uno dei brani che preferisco del tuo album ballate d’argilla! (Canto ai Padri). Complimenti per tutto il tuo lavoro Giuseppe e grazie per le emozioni delle tue ballate!  facebook 18 agosto 2016

——

Nicola Decio Dimatteo

Giuseppe, ho ascoltato tutti i pezzi ed ho trovato tutto ciò che mi avevi raccontato….complimenti.

Pinuccia Sassone

Lavoro interessante….colto…. studiato e approfondito……parla di noi….della nostra terra …. delle nostre radici….del nostro cuore …..della nostra anima lucana. Affascinante…… complimenti Giuseppe….spero tu possa avere il successo che meriti tu e questa tua creatura.

Nicola Decio Dimatteo

Confermo…un bel gran lavoro….ascoltando questi brani si sente l’odore delle origini.

fonte facebook 13 agosto 2016

——

Rosanna Marazia

Ieri sera in occasione della “Notte delle Perseidi Spettinate” Simona Erato Cava e Giuseppe D’Avenia D’Andrea ci hanno regalato momenti di sublime bellezza.
La loro produzione è un capolavoro; è difficile restare indifferenti a così tanta poesia in musica e…
Se ne sono accorti in tanti.

fonte facebook/ 11 agosto 2016

——

Anne Parker

Hi Giuseppe,  sorry it has taken me so long to write but I wanted to have time to listen to all the songs when I was not busy. I am so happy to have been able to help a little with your project.  I love it! For me it seems like a work of art- a musical painting of  the  history and atmosphere of this place. I enjoyed translating the songs and learned a little about the history and traditions from the songs but to hear it all put together with the gorgeous music is just amazing. Congratulations on making something wonderful and I hope that it gets all the recognition it deserves. Thank you for letting me be part of it. have a great summer.

fonte/ email privata

——

Teresa Alichino 
Ho ascoltato il tuo cd…EMOZIONE ALLO STATO PURO…bravissimo e… CONTINUA COSÌ sono con te.

fonte facebook/ 10 agosto 2016

 ——

Angela D’Andrea

Bellissime le tue Ballate Giuseppe! Tanta emozione…un grande regalo alla tua Terra e per chi sa andare oltre! Grazie per quello che mi hai scritto lo custodirò nel cuore! Tanta luce a te

fonte facebook/ 03 agosto 2016

——

Cinzia Di Benedetto

Sei un grande Giuseppe!!!…l’album é davvero un’opera d’arte!!!                                  

fonte facebook/ 04 agosto 2016

——

Antonella Viggiani 

Emozione è dir poco… Grazie Giuseppe!! Ti auguro ancora tanta fortuna.

fonte facebook/ 03 agosto 2016

——

Teresa Lupo

PE’…tu mi dici, ascolta l’ album e poi dimmi…tu non puoi immaginare la tua musica come concilia il mio pennello e come apre i miei canali espressivi… PE’…la tua musica è meravigliosa per me!

fonte facebook/ 09 agosto 2016

——

Luca Amodio

Da stamattina che ascolto il disco… ora, mentre sgobbo in Val Vasetto vicino vicino all’Africa odierna e remota mi accorgo di essere una capra o un genio… cazzarola… per non offuscare l’ armonia, l’ esaltazione profonda delle parole dei testi, lo stile dello stesso autore con le sue contaminazioni e profondi respiri… se in alcuni brani nella parte ritmica ci fosse stata una parte di percussione più audace- l’ utilizzo di suoni di tacco di danza (stile tango/taranta/jazz ) e la carcassa Spagnola… molti sarebbero venuti nelle mutande. SEI UN TALENTO Giuseppe D’Avenia D’ Andrea… Con rispetto. GRANDE CMQ                                                                

fonte facebook/ 30 luglio 2016

——

Ballata d’argilla su P-stories. Vedi video al link:

http://www.pstories.it/scheda/ballate-dargilla-giuseppe-davenia/

——

Ballate d’Argilla sul sito ufficiale degli scavi archeologici dell’Incoronata (Pisticci – Basilicata -Italy), condotti dal Prof. Mario DENTI e la sua équipe dell’Università di Rennes (Francia). Vedi link che segue:

http://www.sites.univ-rennes2.fr/lahm/incoronata/link.htm

——

terzo_cavone_italy

Massimiliano Selvaggi ( da un ascolto preproduzione)

Sono commosso e stupito. Da una terra meravigliosa – che sa essere anche cattiva – come un miracolo è germogliato un gioiello di bellezza, sapienza e amore. Sono le “Ballate d’argilla” di Giuseppe D’Avenia D’Andrea di cui stasera ho il privilegio di ascoltare in anteprima le registrazioni audio davanti ad un tramonto delizioso.

fonte facebook/  6 novembre 2015

——

Troy Donockley (musicista – uillean pipes e low whistle in BALLATE D’ARGILLA)

 

Troy_DONOCKLEY

I have just finished working on the track and congratulations to you – its really splendid.  I have really enjoyed playing on it even though some of it was very tricky for the pipes! ( which I like). I am delighted that you love the pipes and I personally am very pleased with how they came out. I really look forward to the finished album!

traduzione: Ho appena finito di lavorare sulla traccia “Gigantella”e……complimenti, è davvero splendida. Mi sono divertito a suonarci su sebbene sia stato complicato con le pipes! (che è ciò che mi piace). Mi fa piacere che hai molto gradito l’audio delle pipes che ho registrato e, personalmente, sono molto soddisfatto di  ciò che ne è  venuto fuori. Non vedo l’ora di ascoltare l’album finale!

fonte/ email privata

——

Teresa Lupo

tersa_lupo

Leggendo e studiando i tuoi testi, mi rendo conto della enorme ricerca che questo tuo lavoro ha richiesto, e ne abbiamo anche lungamente parlato, confrontandoci, ma tu sai che è necessario, che per fare quello che devo fare, mi accinga anche io a lunghe e laboriose ricerche? Quanto mi piace questo progetto, tu non puoi capire, anzi no, tu puoi capire, appassionarsi alle storie e andare in cerca di collegamenti, di rimandi, di conoscenze, scoprire connessioni e legami, riappropriarsi di particolarità del passato, trasformando, quasi traducendo in un nuovo linguaggio tutto questo groviglio di sapere! Io sono con te amico!

fonte facebook/ 24 settembre 2015

——

di Giuseppe D’Alessandro – 23 luglio 2015

Le Ballate d’Argilla di D’Avenia illuminano i calanchi.
Note d’incanto e magia alla riscoperta delle nostre radici

Dal letame nascono i fiori: è la frase o forse la riflessione che echeggia nella mia mente.
Ascoltare tre, quattro persone che suonano con degli strumenti non amplificati alla luce del tramonto e in un posto di una desolazione affascinante, come i calanchi, che ti parlano della tua terra, di “monachicchi”, di morte, di vita, di radici, di normanni e di greci, credetemi, è stata un esperienza magica.
E poi pensi a Giuseppe D’Avenia che ha voluto caparbiamente portare avanti il suo progetto. Ha dovuto assecondare le sue tensioni, i suoi turbamenti, quelli di un artista che si lascia travolgere dalle storie, dai ricorsi storici, dai racconti dalle tradizioni e le trasforma in musica. Il nostro sud è anche questo, e Giuseppe con il suo lavoro ci da la possibilità di fare un viaggio alla riscoperta della nostra identità. Sarebbe bello che oltre al cd, che vanta collaborazioni importanti, si possa creare un evento tipo teatro canzone. Sarebbe bello portare il nostro sud in altri posti. Non sono un critico, ma nel lavoro di Giuseppe vedo contenuti importanti. Mi inorgoglisce e mi affascina pensare che questo progetto nasca da questa terra, da uno spazio angusto dal sottotetto di una casa in campagna, tra libri, spartiti e chitarre. Mi auguro che il lavoro di questo nostro artista venga valorizzato  e sostenuto così da permettergli di continuare la sua opera: non farlo sarebbe un omicidio.
Alcuni “sponsor” non lo hanno capito. Hanno pensato alla solita richiesta di soldi, perché in pochi minuti non potevano capire la nobiltà, l’amore e lo spessore culturale che c’è dietro questo progetto. Ma Ieri le sue storie e la sua musica hanno preso vita tra il silenzio dei pochi presenti e l’argilla dei calanchi.
Sarà stata la suggestività dei posti, il buio illuminato dalle candele, ma mi piace pensare che la sua musica o meglio “la sua opera”, un giorno possa appartenerci, e possa renderci più consapevoli di quello che siamo e di quello che siamo stati.    fonte/ Pisticci.com

 ——
Ascoltando la tua musica mi sono riappropriato della mia terra ancora di più.  Spero di rincontrarti presto.                   fonte: facebook/ 6 agosto 2015