Giuseppe D'Avenia D'Andrea

Giulio BIANCO

 

Animato da grande curiosità e passione per gli strumenti a fiato, si dedica ad uno studio meticoloso e costante dei flauti dolci, dell’armonica a bocca e delle zampogne  italiane. Approfondisce la prassi esecutiva di questi strumenti:

da un lato specializzandosi nel repertorio tradizionale salentino e nello specifico nell’esecuzione della pizzica pizzica;

dall’altro confrontandosi con quelle tradizioni musicali che privilegiano il ruolo degli strumenti a fiato, focalizzandosi principalmente su quella irlandese.

L’esigenza di ampliare le possibilità dello strumento lo porta, inoltre, a intraprendere lo studio della zampogna a chiave con bordone melodico, una recente evoluzione della zampogna a chiave molisana, che gli permette il confronto con altri generi musicali (come il rock), e che gli da l’opportunità di utilizzare lo strumento con una sensibilità moderna e personale in tutto l’ambito del repertorio tradizionale italiano e mediterraneo.

La sua carriera da professionista inizia da giovanissimo, quando, a soli 15 anni, entra a far parte del gruppo tradizionale Aioresis, da lì in poi il numero delle collaborazioni aumenta senza sosta, sia nel panorama della musica tradizionale che in quello del folk rock e soprattutto della world music.Dal 2005 al 2013 suona con l’Orchestra della Notte della Taranta come Fiato Solista, partecipando a tutti i tour internazionali dell’Orchestra ed in particolare alle edizioni dirette da Ambrogio Sparagna (2005, 2006), Mauro Pagani (dal 2007 al 2009), Ludovico Einaudi (2010, 2011) e Goran Bregovic (2012).

Dal 2008 collabora con il progetto “Mara la Fatia” di A. Castrignanò ed entra a far parte del Canzoniere Grecanico Salentino, il piu’ antico gruppo di musica popolare salentina e miglior gruppo di musica popolare italiana (Mei 2010).

Con quest’ultima Formazione, che diventa presto il suo Progetto principale incide “Focu d’Amore” e “Pizzica Indiavolata” album che hanno riscosso enorme successo, con recensioni sulle maggiori testate internazionali.

Numerosissimi sono stati i teatri e i festival internazionali in cui si e’ esibito, da segnalare:

BabelMed (Francia), Fira Mediterranea di Manresa (Spagna), Barbican Centre (Londra), Montreal Jazz Festival (Montreal – Canada),  Auditorium Parco della Musica (IT), GlobalFest (NewYork), Womex (Salonicco),       Womad   official (London), SXSW (Austin Texas), Sziget   (Budapest – Ungheria).

In oltre dieci anni di musica, ha condiviso il palcoscenico con numerosissimi artisti di livello, per citarne alcuni:

Carlos Nunez, The Chiefteins, Mauro Pagani, Modena City Ramblers, Ambrogio Sparagna, Sud Sound System, Ludovico Einaudi, Piers Faccini, Francesco De Gregori, Ballake’ Sissoko, Savina Yannatou.