Giuseppe D'Avenia D'Andrea

Likalànki@Ridola caffè – Domenica 27 novembre – ore 18:30

Likalànki – Giuseppe D’Avenia D’Andrea & Simona Cava

duo acustico di folk contemporaneo

 

doveRidola Caffè, Via Ridola Domenico 19 – Matera

quando: domenica 27 novembre – ore 18:30

link della mappa della location:

https://www.google.it/maps/place/Ridola+Caff%C3%A8/@40.663936,16.6073443,17z/data

=!3m1!4b1!4m5!3m4!1s0x13477edc25057f81:0x692b107e7e595cb2!8m2!3d40.663936!4d16.

609533

 

Likalànki – Giuseppe D’Avenia D’Andrea & Simona Cava

ballate_dargilla_fagagna_22-ottobre-2016_piero_rinaldi_7

 

Delle numerose collaborazioni artistiche che hanno contribuito alla registrazione dell’album Ballate d’Argilla, quella con la vocalist Simona Cava ha portato alla formazione del duo acustico di folk contemporaneo Likalànki.

Con il duo le Ballate d’Argilla stanno iniziando il cammino di diffusione, con uno spettacolo che unisce musica, poesia e racconto a mo’ dei moderni cantastorie, bardi, contastorie, presentato con voce e chitarra acustica, che alternano momenti di musica raffinati a momenti graffianti. 

La ballata per raccontare le nostre tradizioni, credenze, storie locali del metapontino, della Lucania, del sud Italia; storie di Greci, di pacchiane, di simboli della tradizione che svaniscono; storie di frane, di calanchi e di argilla, di contadini e di miseria, tra religiosità, paganesimo e magia; tra mito, leggenda e storia. Una forma letteraria e musicale  – la ballata – che affonda le sue radici nella antica cultura europea.

La scelta del vernacolo è volta alla valorizzazione del patrimonio linguistico locale come elemento identitario delle etnie.

L’argilla invece per proiettarsi verso il Mediterraneo, l’Europa, ovunque in cerca di affinità e differenze culturali. Dalla identità alla diversità, in cerca del dialogo e della comprensione di altri mondi  – temporali e spaziali – differenti dal nostro.

Ballate d’argilla: un lavoro originale che cerca di raccontare il passato, il presente e le domande sul futuro, con sonorità nuove e testi originali. Il tutto è avvalorato da una indagine antropologica, storica e sonora profonda, filtrata dalla visione artistica.

Intanto il repertorio delle Ballate d’Argilla si va man mano arricchendo con altre musiche e canti, grazie a una ricerca costante di cui l’album Ballate d’Argilla vuole essere solo il punto di partenza.

Le musiche e i testi proposti dal duo sono originali. In aggiunta vengono rivisitati alcuni brani tradizionali con un approccio al folk innovativo e contemporaneo.